Dolore


Il dolore ha avuto una funzione fondamentale nella sopravvivenza dell'individuo specialmente animale ma anche umano, come messaggio della necessità di intraprendere una reazione necessaria a seguito di una aggressione o di un danno all'integrità fisica. Per questo i recettori del dolore sono in grado di identificare vari tipi di stimoli pericolosi che siano meccanici, chimici, termici. Non a caso i recettori nocicettoriali sono presenti praticamente nella totalità degli organismi viventi non vegetali proprio perché durante la selezione naturale la loro utilità ne ha preservato la funzione. 

Al giorno d'oggi si sente sempre più spesso l'esigenza di "spegnere" il dolore, quasi fosse una cosa inutile, un fastidio da cancellare; invece non è così. Il dolore è un compagno da cui imparare, un consigliero che ci dice cosa fare e cosa non fare, che ci avverte quando dobbiamo prenderci cura del nostro corpo. Per questo è pericoloso abusare di analgesici, i quali, oltre agli effetti collaterali, danno una falsa sensazione di sicurezza che ci porta poi a fare quelle azioni, quei movimenti che vanno ad aggravare il danno alla base.

L'agopuntura è davvero molto efficace nel trattare le patologie dolorose, perchè agendo sul substrato che le ha causate, è in grado di "indirizzare" l'organismo verso la guarigione, e la scomparsa del dolore è associata a un miglioramento clinico della struttura interessata.